Laser in Odontoiatria

Il laser è un dispositivo che produce un raggio di luce monocromatica (di un unico colore), coerente e collimato.

Il laser applicato all’odontoiatria è una nuova tecnologia che tratta le patologie orali offrendo un sicuro comfort alle persone che affrontano le cure e una grande efficacia terapeutica.

VANTAGGI DEL LASER

  • MINORI EFFETTI COLLATERALI
  • FACILITA’ DEL TRATTAMENTO
  • EFFETTO BIOSTIMOLANTE SUI TESSUTI IRRADIATI
  • ELIMINAZIONE DELL’ IPERSENSIBILITA’ DENTINALE
  • MIGLIOR GUARIGIONE
  • ECCELLENTE CAPACITA’ BATTERICIDA (DECONTAMINAZIONE)
  • EFFETTO COAGULANTE
  • RAPIDITA’ DI UTILIZZO
  • NON REAGISCE CON ALTRI FARMACI
  • NON PRESENTA CONTROINDICAZIONI
  • NON NECESSITA DI ANESTESIA

IL LASER E LE SUE APPLICAZIONI

In odontoiatria si può utilizzare il laser:
– sia per trattare le patologie dei tessuti duri (cura e diagnosi precoce delle lesioni cariose, sbiancamento dentale, desensibilizzazione);
– sia per trattare quelle dei tessuti molli (parodontologia, piccola chirurgia orale, herpes labiali ed afte, endodonzia).

La tecnologia laser nel trattamento delle patologie dei tessuti duri

  • CURA DELLE LESIONI CARIOSE: annulla il dolore e la necessità dell’anestesia, eliminando l’ipersensibilità dentale e le fastidiose sensazioni di caldo e di freddo, anche dopo l’esecuzione di otturazioni profonde.
    La zona da trattare risulta decontaminata, le complicazioni post-operatorie sono nulle e i casi di recidiva ridotti.
  • LO SBIANCAMENTO DENTALE: il laser riesce a penetrare in profondità attaccando con efficacia le macchie dei denti (causate da fumo, caffè, the, antibiotici o semplicemente dall’invecchiamento del dente).
  • LA DIAGNOSI DELLA CARIE: è possibile valutare il rischio di carie in maniera tempestiva e completa. Viene misurato il grado di demineralizzazione che può essere quindi monitorato nel tempo.
  • TRATTAMENTO DELL’ IPERSENSIBILITA’:  il laser è efficace per desensibilizzare i denti sensibili – ed in particolare i colletti e i monconi vivi – prima di fissare definitivamente i manufatti protesici (corone e ponti).

La tecnologia laser nel trattamento delle patologie dei tessuti molli

  • PARODONTOLOGIA: si occupa delle affezioni a carico dei tessuti che concorrono al “sostegno ed alla fissazione del dente”, il laser, grazie al suo potere battericida, riesce a ridurre la quantità di flora batterica sub-gengivale: decontamina cioè le tasche parodontali e risulta molto efficace nella cura della “piorrea”, una diffusa infiammazione cronica dei tessuti attorno alla radice del dente che, nei casi gravi, può portare alla perdita del dente stesso.
  • PICCOLA CHIRURGIA ORALE: utilizzando il laser, si ottiene la diminuzione del dolore, l’eliminazione dell’anestesia, del sanguinamento e della sutura.
    La guarigione è veloce e priva di complicazioni, il taglio e l’asportazione sono facilitati.
  • HERPES ED AFTE: l ’uso del laser permette una cura tempestiva ed efficace di herpes labiali e afte.
  • ENDODONZIA: si occupa delle malattie relative alla polpa dentale, la fibra ottica del laser, grazie alla sua sottigliezza e flessibilità, è ottimale nella decontaminazione dei canali radicolari durante le devitalizzazioni (cure canalari). Aumentano notevolmente i successi endodontici e diminuiscono le complicazioni (granulomi – lesioni apicali).

0 comments

No comments. Leave first!

Leave a reply